Una ricetta raffinata e delicata che impreziosisce un alimento considerato povero, elevandolo a piatto gourmet. Ecco uno dei piatti più famosi della tradizione veneziana: polenta e baccalà.
4
40 minuti
1 ora e 10 minuti
Facile

Ingredienti

  • 600 g /

    Stocafisso già ammollato

  • Olio extravergine di oliva Dolce Fruttato

    dolce-fruttato-1l-comunitario Scopri
  • 1 /

    spicchio d'aglio

  • 1 /

    foglia di alloro

  • 1 /

    scorza di limone

  • 1 /

    mazzetto di prezzemolo

  • pepe nero in grani

  • 250 gr /

    polenta

  • sale

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Mettete il baccalà in una casseruola con lo spicchio di aglio in camicia, alloro, limone e
pepe in grani. Coprite con acqua fredda leggermente salata e portate a ebollizione.
Lasciate cuocere per circa 20 minuti, quindi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il
pesce nella sua acqua di cottura.

Nel frattempo preparate la polenta. Portate a ebollizione 1 litro d’acqua salata, aggiungete
un cucchiaio di olio e versate la polenta a pioggia. Mescolate con una frusta per evitare che si formino dei grumi e continuate la cottura sempre mescolando per circa 40 minuti. Quando la polenta sarà cotta, versatela su una teglia coperta con carta da forno e con una
spatola stendetela alta più o meno di un centimetro.

Scolate il pesce, eliminate eventuali lische e spezzettate la polpa con le mani. Sfibrate la
polpa del pesce mescolandola energicamente con un cucchiaio di legno o con una
planetaria. Continuate a mescolare versando a filo l’olio, mantecando così il composto,
fino ad ottenere una crema bianca e spumosa. Tritate finemente lo spicchio di aglio e il
prezzemolo. Regolate il mantecato di sale e di pepe, insaporite con il trito aromatico e
mescolate bene.

Tagliate la polenta fredda con un coppapasta di circa 6-8 cm di diametro. Riscaldate una
piastra e grigliate i dischi di polenta da entrambi i lati. Spalmate con il baccalà mantecato e
servite immediatamente.

LO CHEF:

Zucchi

Le ricette proposte da Zucchi promuovono la cultura dell’olio, una vera e propria arte che esprime tutti i valori dell’eccellenza e della passione italiana.