Un piatto che parla di casa, di famiglia, di calore. Un piatto che riempie le pancia e i volti di sorrisi sinceri.
4
45 minuti
1 ora
Facile

Ingredienti

  • Per gli arrostini

  • 2 /

    filetti di maiale da 380 g cadauno, aperti a libretto

  • 150 gr /

    robiola

  • 12 /

    prugne secche denocciolate

  • 20 /

    fettine di bacon tagliato fine

  • ½ /

    bicchiere di vino bianco secco

  • 20 gr /

    burro

  • Olio extravergine di oliva biologico 100% italiano

    100-ita-1l-bio-comunitario Scopri
  • 4 /

    rametti di timo

  • sale

  • pepe nero

  • per le cipolline in agrodolce

  • 20 gr /

    burro

  • Olio extravergine di oliva biologico 100% italiano

    100-ita-1l-bio-comunitario Scopri
  • 650 gr /

    cipolline borretane fresche già sbucciate

  • 6 /

    rametti di timo

  • 3 o 4 /

    foglioline di salvia

  • 100 ml /

    acqua

  • ACETO DI VINO ROSSO

    aceto-rosso Scopri
  • 2 /

    cucchiai di miele

  • sale

  • pepe nero

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Preparate le cipolline: fate fondere il burro con l’olio in un tegame non troppo grande dai bordi alti. Unite le cipolline e fatele rosolare a fiamma vivace finché non inizieranno a prendere colore da tutti i lati. Salate e pepate leggermente. Mescolate in un bicchiere l’acqua con l’aceto e unitelo alle cipolline. Aggiungete i rametti di timo, la salvia e il miele, abbassate la fiamma e fate sobbollire per circa 25-30 minuti. Mescolate di tanto in tanto, finché le cipolline non saranno diventate morbide e avranno preso un bel color caramello.

Per gli arrostini: aprite ciascuno dei filetti (già aperti a libretto dal vostro macellaio) e disponeteli tra 2 fogli di carta forno. Con un batti carne, battete la carne delicatamente per assottigliarla il più possibile.
In una ciotola lavorate la robiola con le foglioline di timo, sale e pepe. Spalmate un lato della carne di entrambi i filetti con uno strato non troppo spesso di robiola. Sistemate alla base (sul lato più stretto) della carne una fila di prugne e avvolgete la carne su se stessa formando un grosso involtino, in modo che le prugne restino all’interno.
Avvolgete bene la carne con le fettine di pancetta in modo che venga completamente ricoperta, anche sui lati aperti. Legate bene i rotoli ottenuti con spago da cucina. Infarinate leggermente gli arrostini da tutti i lati.
Scaldate in un tegame il burro e l’olio, quando inizia a soffriggere unite la carne e fatela rosolare bene da tutti i lati. Sfumate con il vino bianco e fatela cuocere a fuoco medio per circa 12 minuti, girandola di tanto in tanto. Se il fondo dovesse asciugarsi eccessivamente, unite poco brodo di carne o vegetale. Una volta cotti, togliete gli arrostini dalla pentola e fateli riposare per 5 minuti avvolti in un foglio di pellicola. Trascorso questo tempo, togliete lo spago e tagliate a fette abbastanza sottili.

Rimettete la carne affettata nella pentola con il fondo di cottura e scaldatela per 1 minuto prima di servirla con il contorno di cipolline in agrodolce e il loro fondo di cottura.
Decorate il piatto con foglie di timo e salvia prima di servire.

LO CHEF:

BARBARA TOSELLI DI PANE&BURRO

Barbara Toselli, milanese di nascita ma romana di adozione, lavora professionalmente nel mondo del food da oltre 10 anni come autrice di ricette, fotografa e food stylist. Collabora con diverse riviste di cucina, case editrici e aziende private nel settore del food e ha pubblicato diversi libri di cucina.
Nel 2012 ha aperto il suo blog, Pane&Burro, una finestra sul suo mondo e soprattutto sulla sua cucina dove condivide le sue ricette di casa nello stile semplice e raffinato che la contraddistingue.