Tagliatelle con olio evo biologico e salsa di funghi | Zucchi
Per migliorare l'elasticità della pasta fresca all’uovo nel momento in cui la si stende e si taglia nei formati desiderati, una buona soluzione è quella di aggiungere nell’impasto alcuni cucchiai di un olio extra vergine di oliva di carattere ma equilibrato.
4
15'
50'
facile

Ingredienti

  • 150 g /

    farina 00

  • 75 g /

    farina di semola di grano duro

  • 2 /

    uova

  • 1 /

    tuorlo

  • q.b. /

    Olio extravergine di oliva biologico 100% italiano

    100-ita-1l-bio-ita Scopri
  • 15 g /

    funghi secchi

  • 2 /

    scalogni piccoli

  • 3-4 /

    rametti di timo fresco

  • 100 ml /

    vino bianco

  • 150 g /

    ricotta fresca

  • 100 ml /

    latte

  • q.b. /

    sale

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Per preparare le Tagliatelle con olio evo biologico e salsa di funghi sono necessari pochi e semplici passaggi. Eccoli.
Mescolare insieme le due farine e setacciarle mettendole a fontana su una spianatoia. Unire nel mezzo le uova e il tuorlo insieme a un pizzico di sale e 2 cucchiai circa di olio extra vergine di oliva biologico 100% Italiano Zucchi. Impastare il tutto raccogliendo per prima la farina interna. Integrare con poca acqua tiepida se l'impasto risulta troppo secco e formare una pasta omogenea da lasciare riposare avvolta in uno strofinaccio umido per circa un'ora e successivamente ridurre in tagliatelle.
Nel frattempo mettere a bagno i funghi secchi in una tazza di acqua calda per 15 minuti e successivamente tritarli; sbucciare gli scalogni, tritarli e metterli in una padella con il timo sfogliato e un filo d’olio extra vergine di oliva biologico 100% Italiano Zucchi, rosolarli per 5 minuti abbondanti.
Aggiungere i funghi e dopo qualche minuto sfumarli con il vino bianco lasciandolo evaporare.
Frullare l’intingolo con la ricotta e il latte fino a formare un salsina profumata con cui condire le tagliatelle lessate al dente in abbondante acqua bollente salata.

LO CHEF:

Giuseppe Capano
Chef Capano si occupa da sempre di cucina, salute, cibo e alimentazione concentrando il suo lavoro sugli effetti che il buon cibo e le buone ricette possono avere per il benessere delle persone.

La lunga carriera formativa lo ha portato a conoscere minuziosamente le componenti positive degli alimenti e a saperle valorizzare con gusto e attenta calibrazione organolettica ai fini del rilascio delle preziose sostanze contenute.
Ha collaborato e collabora con illustri medici e ricercatori per progetti sull’intreccio tra cucina e salute da cui sono nati numerosi libri oltre a quelli interamente dedicati alla valorizzazione del buon cibo in cucina attraverso l’uso sapiente delle tecniche di cottura e preparazione tra cui l’utilizzo dell’olio, in particolare quello ottenuto dalle olive, di cui è un profondo conoscitore sapendone esaltare al massimo le qualità e le caratteristiche sensoriali e condenti.