Orzotto al radicchio mantecato con ricotta, olio, spezie | Zucchi
Ricotta, olio di semi di sesamo e spezie profumate consentono di creare una crema per mantecare a fine cottura i primi piatti.
4
40'
1 ora
facile

Ingredienti

  • 2 cespi /

    radicchio rosso

  • 1 /

    cipolla piccola

  • 2 spicchi /

    aglio

  • 240 g /

    orzo perlato

  • 100 ml /

    vino bianco

  • 1,5 l /

    brodo vegetale

  • 4 cucchiai /

    ricotta fresca

  • q.b. /

    OLIO DI SEMI DI SESAMO

    sesamo-250 Scopri
  • q.b. /

    spezie profumate come zenzero, noce moscata, curcuma, curry

  • q.b. /

    sale

  • per decorare /

    germogli

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Per preparare l'Orzotto al radicchio mantecato con ricotta, olio e spezie sono necessari pochi e semplici passaggi. Eccoli.

Pulire con cura il radicchio rosso, dividerlo in 4 spicchi e affettarlo dal lato più corto; sbucciare la cipolla e l’aglio, tritarli finemente e disporli in una pentola per risotti insieme a un filo d’olio di semi di sesamo Zucchi. Rosolare il battuto per 5 minuti abbondanti, aggiungere l’orzo e lasciarlo tostare 3-4 minuti sfumandolo poi con il vino bianco. Procedere con la cottura versando poco brodo per volta e progressivamente tutto il radicchio lasciandone un poco per la parte finale, il tempo medio di cottura è di circa 30 minuti, regolare l’orzo di sale solo all’ultimo.
Nel frattempo in una ciotola mescolare la ricotta con 2 cucchiai di olio di semi di sesamo Zucchi e una macinata di spezie profumate scelte singolarmente o accoppiate.
Una volta pronto mantecare l’orzo con la crema di ricotta all’olio e spezie decorando il piatto con dei germogli e il restante radicchio rosso.

LO CHEF:

Giuseppe Capano
Chef Capano si occupa da sempre di cucina, salute, cibo e alimentazione concentrando il suo lavoro sugli effetti che il buon cibo e le buone ricette possono avere per il benessere delle persone.

La lunga carriera formativa lo ha portato a conoscere minuziosamente le componenti positive degli alimenti e a saperle valorizzare con gusto e attenta calibrazione organolettica ai fini del rilascio delle preziose sostanze contenute.
Ha collaborato e collabora con illustri medici e ricercatori per progetti sull’intreccio tra cucina e salute da cui sono nati numerosi libri oltre a quelli interamente dedicati alla valorizzazione del buon cibo in cucina attraverso l’uso sapiente delle tecniche di cottura e preparazione tra cui l’utilizzo dell’olio, in particolare quello ottenuto dalle olive, di cui è un profondo conoscitore sapendone esaltare al massimo le qualità e le caratteristiche sensoriali e condenti.