Perfetta per il clima autunnale, la si può fare in mille declinazioni. Pane Libri e Nuvole ci delizia con una sua versione della minestra di zucca con farro, pesto leggero di noci e salvia.
4
40'
15'
Facile

Ingredienti

  • 1 kg circa /

    Zucca Butternut pulita

  • 2 /

    Porri medi

  • 120 g /

    Farro

  • 4 cucchiai /

    OLIO EVO 100% ITALIANO SOSTENIBILE

    Prodotto_Olive__ Scopri
  • 1 cucchiaino /

    ACETO DI VINO BIANCO

    aceto-bianco Scopri
  • Sale e pepe

  • PER IL PESTO LEGGERO

  • 50 ml /

    OLIO EVO 100% ITALIANO SOSTENIBILE

    Prodotto_Olive__ Scopri
  • 30 g /

    Gherigli di noce

  • 15 foglie piccole (+ altre 10 per guarnire) /

    Salvia

  • 1/2 cucchiaino /

    Sale fino

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Per il pesto, frullate grossolanamente le noci e la salvia con 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva 100% italiano Sostenibile Zucchi, poi unite il resto dell’olio e il sale e mescolate. Tenete da parte.

Mondate i porri e affettate finemente la parte bianca. Fatelo sudare con l’olio extra vergine in una pentola capiente a fuoco bassissimo per circa 10 minuti.
Tagliate la zucca a dadini di circa 2 cm.
Quando il porro inizia a soffriggere versatevi l’aceto, alzate la fiamma, fate evaporare e poi unite la zucca. Fatela rosolare un paio di minuti, salate, unite 2 mestoli di acqua bollente e fate cuocere coperta fino a che la zucca non è morbidissima. Passate il tutto con il frullatore ad immersione e, se il passato fosse troppo denso, unite ancora un po’ di acqua calda. Aggiustate di sale e pepe e tenete in caldo.

Mentre la zucca cuoce, in un’altra pentola portate a bollore dell’acqua salata e cuocetevi il farro per il tempo indicato sulla confezione. Scolatelo al dente e unitelo al passato di zucca.

Servite la minestra nei piatti individuali e condite ognuno con un cucchiaio di pesto e delle foglioline di salvia soffritte in padella con poco olio.

LO CHEF:

Panelibrienuvole

Ricette semplici ma non banali, torte e dolcetti a volontà e tante verdure, rigorosamente di stagione. Più qualche suggerimento di lettura.