Cartoccio di gnocchetti sardi alle verdure e olio | Zucchi
Preparare un piatto di pasta dietetico è possibile unendo l’intensità aromatica di un olio aromatizzato e la tecnica del cartoccio.
4
15-20'
35'
facile

Ingredienti

  • 400 g /

    pomodorini datterino

  • 50 g /

    nocciole tostate

  • 1 /

    melanzana media grigliata

  • 1 /

    peperone rosso grigliato

  • 280 g /

    gnocchetti sardi

  • q.b. /

    PEPERONCINO

    Scopri
  • q.b. /

    sale

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Per preparare il Cartoccio di gnocchetti sardi alle verdure e olio al peperoncino sono necessari pochi e semplici passaggi. Eccoli.

Lessare gli gnocchetti sardi molto al dente e nel frattempo tagliare in filettini le verdure grigliate, lavare i pomodorini e tagliarli a spicchi, tritare grossolanamente le nocciole.
Stendere 4 fogli di carta stagnola con sopra 4 fogli di carta da forno e spennellare la carta da forno con un leggero velo di condimento all'olio extra vergine di oliva aromatizzato al peperoncino Zucchi .
Scolare gli gnocchetti e in una ciotola mescolarli con le verdure grigliate, i pomodorini, poco sale e le nocciole distribuendoli al centro dei fogli; accartocciare i soli bordi formando un cartoccio aperto e gratinare nel forno caldo a 190 gradi per 5 minuti circa.

LO CHEF:

Giuseppe Capano
Chef Capano si occupa da sempre di cucina, salute, cibo e alimentazione concentrando il suo lavoro sugli effetti che il buon cibo e le buone ricette possono avere per il benessere delle persone.

La lunga carriera formativa lo ha portato a conoscere minuziosamente le componenti positive degli alimenti e a saperle valorizzare con gusto e attenta calibrazione organolettica ai fini del rilascio delle preziose sostanze contenute.
Ha collaborato e collabora con illustri medici e ricercatori per progetti sull’intreccio tra cucina e salute da cui sono nati numerosi libri oltre a quelli interamente dedicati alla valorizzazione del buon cibo in cucina attraverso l’uso sapiente delle tecniche di cottura e preparazione tra cui l’utilizzo dell’olio, in particolare quello ottenuto dalle olive, di cui è un profondo conoscitore sapendone esaltare al massimo le qualità e le caratteristiche sensoriali e condenti.