Bavette al pomodoro mantecate con erbe aromatiche e olio | Zucchi
C’è una sinergia magica tra erbe aromatiche fresche tritate e olio ad alto contenuto di antiossidanti: vengono protette dall’ossidazione dall’olio stesso e amplificano le note aromatiche, migliorando notevolmente la mantecatura finale del piatto.
4
20'
35'
facile

Ingredienti

  • 8 /

    pomodori maturi

  • 1 /

    cipolla bianca piccola

  • 60 g /

    anacardi al naturale, nocciole tostate o mandorle sgusciate

  • 1 mazzo assortito /

    erbe aromatiche fresche (basilico, timo, rosmarino, salvia, maggiorana, erba cipollina, menta)

  • q.b. /

    OLIO EVO 100% ITALIANO 1l SOSTENIBILE LEGAMBIENTE

    Render_Zucchi_Sostenibile _1000ml Scopri
  • 360 g /

    bavette

  • q.b. /

    sale

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Per preparare le Bavette al pomodoro mantecate con erbe aromatiche e olio sono necessari pochi e semplici passaggi. Eccoli.

Lavare i pomodori, inciderli con un taglio superficiale a croce e immergerli in abbondante acqua bollente per 30-40 secondi, scolarli e conservare al caldo l’acqua. Pelarli, dividerli a metà eliminando i semi interni e tagliarli in piccoli pezzi.
Sbucciare e tritare la cipolla, rosolarla per 5 minuti abbondanti in una padella con un filo d’olio extra vergine di oliva 100% Italiano sostenibile Zucchi, aggiungere i pomodori, salare e cuocere per altri 5 minuti a calore vivace.
Lessare al dente le bavette nell’acqua di cottura dei pomodori salata; frullare finemente la frutta secca scelta e tritare finemente insieme le erbe aromatiche mettendole in una ciotola, aggiungere alcuni cucchiai di olio extra vergine di oliva 100% Italiano sostenibile Zucchi e la frutta secca frullata formando una profumata crema dalla pastosità alta.
Scolare le bavette e saltarle nella padella della salsa di pomodoro quindi completarle amalgamandole con la crema profumata e servire.

LO CHEF:

Giuseppe Capano
Chef Capano si occupa da sempre di cucina, salute, cibo e alimentazione concentrando il suo lavoro sugli effetti che il buon cibo e le buone ricette possono avere per il benessere delle persone.

La lunga carriera formativa lo ha portato a conoscere minuziosamente le componenti positive degli alimenti e a saperle valorizzare con gusto e attenta calibrazione organolettica ai fini del rilascio delle preziose sostanze contenute.
Ha collaborato e collabora con illustri medici e ricercatori per progetti sull’intreccio tra cucina e salute da cui sono nati numerosi libri oltre a quelli interamente dedicati alla valorizzazione del buon cibo in cucina attraverso l’uso sapiente delle tecniche di cottura e preparazione tra cui l’utilizzo dell’olio, in particolare quello ottenuto dalle olive, di cui è un profondo conoscitore sapendone esaltare al massimo le qualità e le caratteristiche sensoriali e condenti.