Biscotti friabili integrali con olio | Olio Zucchi
Quando si vuole sostituire il burro in una comune pasta frolla si può unire dell’olio con frutta secca in guscio e un liquido di unione, come latte vaccino o vegetale oppure marsala
8
10-15'
40'
facile

Ingredienti

  • 60 g /

    mandorle sgusciate

  • 10 ml /

    latte vaccino, vegetale o marsala

  • 30 ml /

    OLIO DI SEMI DI GIRASOLE 100% ITALIANO da filiera tracciata e certificata

    Render Sleeve Girasole 2020 Scopri
  • 150 g /

    farina integrale

  • 100 g /

    farina 0

  • 75 g /

    zucchero di canna

  • 1 bustina /

    lievito per dolci

  • 1 /

    uovo

  • 1 /

    tuorlo

  • 50 g /

    cioccolato fondente

  • q.b. /

    sale

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Per preparare i Biscotti friabili integrali con olio sono necessari pochi e semplici passaggi. Eccoli.

Tritare o frullare finemente le mandorle e disporle in una ciotola, aggiungere 30 ml di olio di semi di girasole 100% italiano Zucchi da filiera tracciata e certificata e mescolare rendendo l'amalgama uniforme unendo il latte o il marsala a scelta, coprire e conservare momentaneamente in frigorifero.
Disporre a fontana le farine mescolate con lo zucchero di canna e il lievito per dolci, mettere nel mezzo il composto di olio e mandorle, un pizzico di sale, l'uovo intero e il tuorlo impastando il tutto fino a ottenere un impasto morbido e uniforme (se serve unire un altro poco di latte o marsala).
Formare un rotolo e tagliarlo in fette spesse circa ½ cm, disporre i biscotti in una teglia rivestiti con carta da forno e cuocerli nel forno a 170 gradi per 10-15 minuti circa.
Raffreddarli e decorarli con il cioccolato sciolto a bagnomaria.

LO CHEF:

Giuseppe Capano
Chef Capano si occupa da sempre di cucina, salute, cibo e alimentazione concentrando il suo lavoro sugli effetti che il buon cibo e le buone ricette possono avere per il benessere delle persone.

La lunga carriera formativa lo ha portato a conoscere minuziosamente le componenti positive degli alimenti e a saperle valorizzare con gusto e attenta calibrazione organolettica ai fini del rilascio delle preziose sostanze contenute.
Ha collaborato e collabora con illustri medici e ricercatori per progetti sull’intreccio tra cucina e salute da cui sono nati numerosi libri oltre a quelli interamente dedicati alla valorizzazione del buon cibo in cucina attraverso l’uso sapiente delle tecniche di cottura e preparazione tra cui l’utilizzo dell’olio, in particolare quello ottenuto dalle olive, di cui è un profondo conoscitore sapendone esaltare al massimo le qualità e le caratteristiche sensoriali e condenti.