Come aperitivo, antipasto o piatto unico, prova questa ricetta inusuale e divertente con mandorle salate e pomodori secchi.
4
50'
30'
Media

Ingredienti

  • 200 G /

    Farina Manitoba

  • 300 G /

    Farina 0

  • 240 G /

    Acqua

  • 60 ML /

    OLIO DI VINACCIOLO

    vinacciolo Scopri
  • 12 G /

    Lievito di birra fresco

  • 3 G /

    Lievito di birra essiccato

  • 1 cucchiaino /

    Zucchero

  • 10 G /

    Sale

  • 10 G /

    Pepe

  • 150 G /

    Mandorle tostate salate tritate grossolanamente

  • 150 G /

    Pomodori secchi sott’olio

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Scolate i pomodori secchi e tagliateli a pezzettini.

Sciogliete il lievito di birra in metà acqua, appena intiepidita. Mescolate con una forchetta e fate riposare per 10 minuti.

Setacciate insieme le farine e unite lo zucchero. Versatevi poi l’acqua con il lievito e iniziate ad impastare. Unite il resto dell’acqua tiepida a poco a poco, e poi l’olio, il sale e il pepe, impastando prima con una forchetta e poi a meno, sulla spianatoia, fino a quando l’impasto non sarà liscio e ben incordato.

Mettetelo in una ciotola unta d’olio, coprite con un canovaccio e fate lievitare nel forno spento ma tiepido per almeno 2 ore, o comunque fino al raddoppio.

Riprendete l’impasto, sgonfiatelo delicatamente sulla spianatoia e praticate una piega a portafoglio. Fate lievitare un’altra ora, poi stendete delicatamente l’impasto con il matterello, fino a raggiungere la dimensione di circa 35 x 50.

Distribuite in superficie le mandorle e i pomodori secchi e arrotolatelo lungo il lato lungo. Tagliatelo in due strisce nel senso della lunghezza e intrecciatele tra loro, senza stringerle troppo, poi giratele a formare una corona e chiudetela unendo le estremità.

Fate lievitare circa 45 minuti in un luogo tiepido e al riparo dalle correnti d’aria, coperto da una pellicola.

Cuocete a 200 per 35-30 minuti circa, abbassando la temperatura a 180°C negli ultimi 10 minuti di cottura.

LO CHEF:

PANELIBRIENUVOLE

Ricette semplici ma non banali, torte e dolcetti a volontà e tante verdure, rigorosamente di stagione. Più qualche suggerimento di lettura.