Non solo frutta secca e tè verde: anche l’olio extra vergine d’oliva contiene antiossidanti e polifenoli. Sono queste preziose sostanze, insieme all’acido oleico e ad un’ampia gamma di Vitamine (in particolare la A e la E), a rendere l’evo una panacea naturale, ricca di benefici per tutto l’organismo. Così, quella che per anni è stata solo una considerazione dettata dal buon senso, oggi è diventata una verità scientifica: l’olio extra vergine d’oliva fa bene.

Dopo le scoperte di Ancel Keys – il biologo americano che ha dimostrato i benefici della dieta mediterranea sulla salute – sempre più nutrizionisti hanno iniziato a considerare l’evo non più solo come alimento, ma come un vero e proprio nutraceutico. Con questo termine, nato dall’unione di “nutrizione” e “farmaceutico”, si indicano gli alimenti che forniscono all’organismo sia nutrienti buoni ed energetici, che preziose sostanze in grado di aiutare la prevenzione di diverse patologie.

“I polifenoli dell’olio di oliva contribuiscono alla protezione dei lipidi ematici dallo stress ossidativo”. Tralasciando lo scarso appeal di queste parole, la dicitura approvata dalla Comunità Europea – e inserita nel Regolamento Ue 432/2012 – è il riconoscimento ufficiale della valenza nutraceutica dell’olio evo. Detto più semplicemente, è un modo per ricordare al consumatore le proprietà benefiche dei grassi dell’olio evo.

Ma facciamo un passo indietro e capiamo perché l’evo è così ricco di benefici per la nostra salute. Buona parte del merito va ai polifenoli, sostanze antiossidanti che rallentano l’invecchiamento dell’olio e del corpo umano impedendo l’ossidazione degli acidi grassi. Prodotti dal nostro organismo e da piante di frutta e verdura, i polifenoli aiutano a prevenire alcune forme tumorali perché combattono i radicali liberi che contribuiscono alla loro insorgenza. Ma i polifenoli non si limitano alla funzione antiossidante: influiscono sul gusto dell’olio extra vergine d’oliva, regalandogli le sue apprezzate note di amaro.

I benefici sono talmente tanti e talmente vari che questo discorso meriterebbe un approfondimento a parte, tuttavia non possiamo non citare altre due sostanze preziose: l’acido oleico e la Vitamina E. La prima è un grasso monoinsaturo che aiuta a mantenere elastiche le arterie, contribuendo così alla diminuzione del rischio di malattie cardiovascolari e del livello di colesterolo cattivo (LDL). Invece la Vitamina E contrasta i radicali liberi, ripristinando la naturale lucentezza e resistenza sia della pelle che dei capelli.

È per tutti questi motivi che da secoli l’olio d’oliva viene usato come medicamento, come crema di bellezza, oltre che, naturalmente, come condimento capace di rendere più buona ogni ricetta.