L’olio Evo Sabina DOP nasce nei territori della Sabina, tra le province di Roma e Rieti. Questo olio di olive italiane è principalmente ottenuto dalle varietà di cultivar di ulivo come Carboncella, Leccino, Moraiolo, Raja, Frantoio, Olivastrone, Olivago, Salviana, Rosciola e Pendolino.

La Sabina inizia dal comune di Roma, si estende lungo la riva sinistra del fiume Tevere, fino a raggiungere e oltrepassare i Monti Sabini. Il tipico paesaggio sabino è caratterizzano da colline ricoperte di oliveti secolari, vallate verdissime e montagne dove predominano boschi di querce e faggi.

Tutta l’area è costellata da caratteristici borghi medievali, castelli e antichi monasteri. Ovunque si ha la sensazione che il tempo scorra lento, più vicino ai ritmi della natura e dei suoi cicli stagionali. La morfologia del territorio scoraggia un tipo di agricoltura intensiva; al contrario: favorisce la produzione dell’olio Evo di Sabina DOP, ritenuto da sempre il prodotto per eccellenza di questi territori.

Perché DOP?

La certificazione Sabina DOP viene rilasciata in conformità ai seguenti aspetti:

  • Identificazione e rintracciabilità: il prodotto deve poter essere identificato dal momento in cui viene staccata l’oliva dalla pianta e nelle successive trasformazioni.
  • Varietà di olivo: l’olio Extra vergine deve essere ottenuto esclusivamente dalle varietà di cultivar di ulivo sopracitate al 75%; possono concorrere al restante 25% altre varietà di olive.
  • Zona di produzione delle olive: le olive destinate alla produzione dell’olio Evo Sabina DOP devono essere prodotte nel territorio della Sabina.

I tipi di cultivar

Le varietà della cultivar di ulivo con le quali si produce l’olio Extra vergine Sabina DOP sono:

  • Carboncella: tipica del Lazio, l’oliva Carboncella è una piccola perla verde di gusto. Gli antichi contadini, quello di Carboncella, lo chiamavano “l’olio estivo” perché, ancora a giugno, conservava il sapore di frutto appena franto. Questa cultivar è sempre più raro a causadella lenta crescita dell’albero che impiega diversi anni prima di produrre frutti. La Carboncella è una cultivar reperibile solo in Sabina.
  • Leccino: le piante appartenenti a questa varietà di cultivar danno un olio dal sapore fresco. Il Leccino è la cultivar più diffusa al mondo, poiché unisce un’ottima produttività e resa in olio ad una grazia eccezionale, nonché una buona resistenza al freddo.
  • Moraiolo: il Moraiolo è una delle cultivar di ulivo più rinomate e pregiate, che fornisce uno degli oli da olive italiane migliori del nostro Paese. Di origine toscana, oggi questa varietà di ulivo è coltivata in un’area estesa dell’Italia Centrale. Si tratta di una particolare varietà che non ama né la siccità, né l’umidità, ma allo stesso tempo fa fatica a sopportare i venti. Questa cultivar si caratterizza per essere una pianta autosterile: ha la necessità di essere impollinata da altre differenti cultivar, come il Pendolino e il Frantoio, varietà entrambe usate nella produzione dell’olio Extra vergine d’oliva Sabina DOP.
  • Raja: è diffusa nella provincia di Rieti, e specialmente nella zona di Fara Sabina, nota anche con il nome di oliva dolce. Il frutto è di dimensioni medie e ha una buona resa.
  • Frantoio: questa cultivar è diffusa a livello mondiale. L’olio che ne deriva, verde scuro con riflessi dorati, è di ottima qualità.
  • Olivastrone: l’oliva si presenta di grandezza media, il cui colore varia dal verde al viola scuro. La pianta si caratterizza per le grandi dimensioni e la buona produttività.
  • Olivago: questa varietà, diffusa nella Sabina reatina e romana, ha il suo periodo di raccolta a inizio novembre. Questo olio, dal caratteristico aroma di frutta matura e mandorla, ha un caratteristico colore verde intenso e un sapore dolce.
  • Salviana: la Salviana è coltivata esclusivamente in tre comuni della bassa Sabina. Oggi estremamente rara, un tempo era largamente diffusa, tanto da caratterizzare la storia e la cultura del territorio sabino fin dai tempi degli Antichi romani.
  • Rosciola: cultivar da olio rustica e di elevata adattabilità in alcuni territori dell’Italia Centrale come Marche e Lazio.
  • Pendolino: questa cultivar è conosciuta nel Lazio come eccellente impollinatore.

Caratteristiche dell’olio Extra vergine d’oliva Sabina DOP Zucchi

L’olio Evo Sabina DOP presenta le seguenti caratteristiche:

  • Colore giallo – verde con riflessi oro.
  • L’odore è fruttato.
  • Il sapore aromatico – dolce.

L’olio Extra vergine d’oliva Sabina DOP ha un buon equilibrio tra parti dure e morbide, per questo, risulta armonico e vellutato all’assaggio.