Come possiamo migliorare la sapidità delle ricette con l’olio?
L’olio, in particolare l’extra vergine di oliva nelle sue diverse fisionomie aromatiche, aiuta a risolvere in maniera efficace l’esigenza di limitare il sale in cucina, grazie a diversi accorgimenti che garantiscono ugualmente la bontà finale del piatto: ecco alcune soluzioni ed espedienti utili!

 

  • L’utilizzo di un olio dai fruttati accentuati come l’olio extra vergine di oliva biologico 100% italiano Zucchi si rivela molto importante e funzionale a diminuire di molto la dose di sale utilizzata in cucina, soprattutto se la carica sapida dell’olio viene rafforzata da un ingrediente già presente come sentore di fondo, ad esempio delle mandorle tostate tritate. Basta la semplice aggiunta di questa combinazione per avere un livello di sapidità già sufficientemente soddisfacente e tale da escludere o limitare di molto la necessità di aggiungere altro sale alla preparazione.

 

  • Aggiungete il sale sempre alla fine della preparazione sfruttando prima la capacità insaporente contenuta negli alimenti stessi che con la cottura viene concentrata e amplificata. Per fare in modo che questo processo naturale di concentrazione della sapidità si avverta pienamente è però importante utilizzare un olio che ne faciliti la percezione come l’olio EVO biologico dell’Unione Europea Zucchi: provate ad esempio a unirne alcuni cucchiaini finali a una salsa di pomodoro cotta per scoprirne il magico effetto.

 

 

 

  • Alcuni ortaggi presentano una sapidità naturale più accentuata che aiuta a compensare una bassa dose di sale nei piatti. Un esempio è il comune sedano verde che da sempre, sia fresco che essiccato, insaporisce efficacemente molte pietanze. Nell’uso fresco delle foglie di sedano tritate l’abbinamento con un olio dal fruttato medio ed equilibrato come l’olio EVO biologico dell’Unione Europea Zucchi amplifica molto di più questa funzione, offrendo una soluzione ancora più efficace quando ad esempio si vogliono condire dei carpacci, delle verdure alla griglia o vapore, del riso o farro semplicemente lessato. Scopri la ricetta: Girandola di verdure con olio Evo biologico dell’Unione Europea Zucchi sapido al sedano!

Articolo a cura dello chef Giuseppe Capano
Chef Capano si occupa da sempre di cucina, salute, cibo e alimentazione concentrando il suo lavoro sugli effetti che il buon cibo e le buone ricette possono avere per il benessere delle persone. La lunga carriera formativa lo ha portato a conoscere minuziosamente le componenti positive degli alimenti e a saperle valorizzare con gusto e attenta calibrazione organolettica ai fini del rilascio delle preziose sostanze contenute. Ha collaborato e collabora con illustri medici e ricercatori per progetti sull’intreccio tra cucina e salute da cui sono nati numerosi libri oltre a quelli interamente dedicati alla valorizzazione del buon cibo in cucina attraverso l’uso sapiente delle tecniche di cottura e preparazione tra cui l’utilizzo dell’olio, in particolare quello ottenuto dalle olive, di cui è un profondo conoscitore sapendone esaltare al massimo le qualità e le caratteristiche sensoriali e condenti.


Scopri con lo chef Giuseppe Capano come migliorare la sapidità delle ricette quando è necessario utilizzare poco sale con l’olio: guarda il video.