Olio evo, Prosecco e tabasco? Può sembrare un azzardo, ma quando c’è maestria e grande gusto si trasformano in puro piacere.

La creatività dello Chef Sadler raggiunge nuove vette per trasformare ogni cucina in un cocktail bar.

Ingredienti

  • Per lo spritz oil

  • 1 Bottiglia /

    Prosecco

  • 400 Ml /

    Aperol

  • 50 Gr /

    Cioccolato bianco

  • 50 Gr /

    Maltodestrina

  • 30 Ml /

    Olio extravergine di oliva 100% italiano

    olive-100-ita_kraken Scopri
  • 30 Ml /

    LIMONE

    limonei Scopri
  • 2 Scorze /

    Lime

  • Quanto Basta /

    Tabasco verde

  • Quanto Basta /

    Ghiaccio

  • Per gli spiedini

  • 10 /

    Mozzarelline ciliegia

  • 10 /

    Pomodorini Pachino

  • 10 /

    Olive verdi grosse

  • 10 Foglie /

    Basilico

Scopri tutte le ricette

PREPARAZIONE

Versate la maltodestrina in una casseruola, aggiungete l’olio evo Zucchi 100% italiano e l’olio evo Zucchi al limone e mettete sul fuoco molto dolce, mescolando con una frusta finché il composto diventa molto soffice e voluminoso.

Fate sciogliere il cioccolato bianco e spennellatelo con un pennellino sul bordo superiore dei bicchieri, quindi intingete i bordi nella polvere di olio, in modo che si appiccichi, e conservateli in un luogo freddo.

Disponete qualche cubetto di ghiaccio in ciascun bicchiere, versatevi l’Aperol, aggiungete 2 gocce di tabasco verde, il lime grattugiato e infine il prosecco, mescolando con la palettina apposita.

Preparate gli spiedini con 1 pomodorino, 1 oliva, 1 mozzarellina e 1 foglia di basilico ciascuno e disponeteli nei bicchieri prima di servire.

Le altre ricette create da Claudio Sadler le trovate nel libro di Giovanni Zucchi L’Olio non cresce sugli alberi - L’arte del blending.

LO CHEF:

CLAUDIO SADLER
Claudio Sadler è uno degli chef più conosciuti in Italia, di sicura competenza e di razionale applicazione delle regole, ma anche di grande creatività.

“Cucina moderna in evoluzione”: è probabilmente questa la definizione che meglio descrive la sua filosofia culinaria. Milanese di nascita e per spirito, classe 1956, Claudio Sadler è oggi uno chef di fama internazionale insignito di ben 2 Stelle Michelin.

Per le sue ricette è sempre alla ricerca di armonia, semplicità e leggerezza, in un delicato equilibrio tra fedeltà alle tradizioni della cucina regionale italiana e reinterpretazioni illuminate da una creatività e una sensibilità artistica molto personali. Ciò è reso possibile grazie a un approccio allo stesso tempo metodico e aperto all’innovazione, basato su una salda competenza e su un’applicazione rigorosa delle regole.

Il percorso per la realizzazione di un nuovo piatto di Claudio Sadler è lungo e complesso: spesso sono necessari mesi prima che una portata entri a far parte del menu dello chef. Ma una volta promossa, ogni nuova creazione si rivela un piccolo capolavoro di gusto ed estetica.