Fare una crostata con l’olio al posto del burro è un esempio di come si possa sperimentare e giocare con gli ingredienti e creare piatti non solo buoni ma anche sani.
Saper reinterpretare le ricette tradizionali, mescolando vecchi e nuovi sapori in un connubio attento sia al gusto che alla salute è il principio di chi sa godere del piacere della tavola, ama mangiare e prendersi cura del proprio organismo.
Ci sono alcune ragioni rilevanti in merito alla possibilità di utilizzare l’olio nelle preparazioni dolci.
Ecco cosa c’è da sapere.
• L’olio rappresenta la giusta alternativa per chi soffre di alcune intolleranze alimentari (al lattosio per esempio) ma non vuole rinunciare a torte soffici e golose. Si può sostituire la quantità di burro in grammi con la stessa quantità di olio in grammi, et voilà, il dolce è fatto.
• La sostituzione nella dieta dei grassi saturi con grassi insaturi contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.
• Esistono oli aromatizzati ideali per dolci che donano un aroma particolare alle ricette per delle preparazioni originali ed esclusive.
• La frolla di una crostata fatta con l’olio al posto del burro avrà un sapore più intenso e forte e il suo sentore ricorderà quello di un dolce preparato in casa artigianalmente, come le antiche ricette delle nonne.
• I dolci con l’olio sono più leggeri e semplici da digerire, hanno una consistenza soffice e fragrante e si conservano più a lungo perché privi di panna/latte.
• Per i dolci è possibile utilizzare qualsiasi tipo di olio: tra i più consumati ci sono quello di semi di girasole e quello extravergine di oliva. Il primo ha un gusto più tenue, il secondo invece un sapore più forte e corposo.
Una crostata con l’olio al posto del burro è un’idea innovativa da portare in tavola per ritrovare il piacere di assaporare un dolce genuino e casalingo.